Profumi biologici e naturali: perché sceglierli?


Chi si dedica ai cosmetici naturali e biologi, vegan e cruelty free non cerca solo trucchi e creme per il corpo, ma anche i profumi! Trovare un profumo biologico non è semplice, perché spesso al loro interno ci sono componenti chimiche e dannose per la pelle.

Data la richiesta di coloro che amano i prodotti naturali, sono diverse però le aziende che hanno deciso di realizzare profumi vegan e biologici. Ma quali sono i profumi biologici e naturali e come riconoscerli?

Perché i profumi hanno sostanze nocive?

Immagine correlata

All’interno dei profumi tradizionali e leggendo i vari INCI è possibile capire come questi abbiamo al loro interno innumerevoli sostanze nocive. Greenpeace ha evidenziato come molti profumi siano realmente degli Eau de toxines, ossia una miscela di tossine dannose per il corpo.

Greenpeace ha scoperto, analizzando diverse marche note e prodotti in 36 paesi differenti, che all’interno di questi profumi vi siano sostanze che hanno effetti dannosi sulla salute. Tra questi ci sono i dietilftalato DEP una ftalato dannoso per la pelle. Oltre a questo ci sono i vari muschi sintetici come la tonalide AHTN e il galaxolide HHCB. I muschi sintetici sono molto utilizzati al posto di quelli naturali, gli altri invece vengono impiegati come denaturanti dell’alcol.

Diversi studi scientifici hanno dimostrato come queste sostanze siano in grado di entrare velocemente all’interno dell’epidermide, e possano danneggiare anche l’organismo. Inoltre, queste sostanze hanno anche un legame con l’insorgere di patologie come l’asma, le allergie, le irritazioni e alcune forme tumorali.

Solo con l’olfatto non è possibile capire quali siano i profumi naturali, e quali invece ricchi di sostanze chimiche. L’unico modo per riuscire a capire l’origine di un profumo è necessario leggere le etichette e nel caso cercare un’etichetta che spiega se il profumo e biologico o naturale.

Come scegliere profumi biologici e naturali?

Immagine correlata

Spesso nelle etichette dei profumi non si trovano tutte le etichette sulle certificazioni che questi possiedono. Quindi come è possibile capire se un profumo è realmente naturale? Il consumatore prima di acquistare un prodotto deve capire se le certificazioni presenti assicurino realmente che ci sono solo prodotti naturali e biologici.

Infatti, devi sapere che a volte, alcune aziende nei profumi cruelty free non usano prodotti testati sugli animali ma usano composti chimici che comunque possono essere dannosi sulla pelle. Quindi quale sono le certificazioni da rintracciare per riuscire a comprendere se il profumo è davvero naturale?

Possiamo trovare tre differenti certificazioni per la scelta di profumi biologici e naturali:

Risultati immagini per donna spruzza profumi

Il Cosmos Standard questo permette di comprendere che l’azienda ha aderito a varie certificazioni come: Cosmebio, Icea, Soil Association ed Ecocert. Il Cosmo Standard prevede inoltre altre due certificazioni ossia:

Il Cosmos Organic: questo si definisce per i prodotti biologici. Se è presente vuol dire che almeno il 20% dei componenti e ingredienti è biologico e l’80% dev’essere di origine minerale. Inoltre, gli ingredienti presenti che derivano da produzione agricola devono essere biologici almeno al 95%.

Il Cosmos Natural invece serve a identificare i prodotti naturali che non sono per forza biologici ma che non hanno al loro interno sostanze chimiche.