Trucchi Vegan: come riconoscerli e da quali diffidare


Oggi si sente sempre di più parlare di cosmetici green che rispettano la natura e la salute degli animali. Ma quali sono i trucchi Vegan al 100% e com’è possibile riconoscerli? La prima cosa da sapere è che non tutti i cosmetici che vengono definiti biologici o eco o cruelty free sono anche vegani. Ad esempio i trucchi biologici, anche se sono composti da elementi completamente naturali, spesso tra i loro ingredienti possono averne alcuni comunque di origine animale.

Per chi adotta uno stile di vita vegano, il pericolo di trovare ingredienti chimici o di origine animale, può riscontrarsi anche in altri prodotti come quelli che si definiscono ecologici. Persino nei trucchi cruelty free è possibile trovare ingredienti di origine animale. Infatti la dicitura Cruelty free, da sola, non accompagnata dalla V di vegan, indica che per la creazione del cosmetico non sono stati utilizzati componenti testati sugli animali, ma comunque potrebbero contenere ingredienti di origine animale come le uova.

Essere vegani, infatti, comporta una serie di scelte etiche anche in base all’acquisto dei vari prodotti che si trovano sul mercato. Per questo motivo, molte aziende cosmetiche hanno scelto di creare Trucchi Vegan che potessero dare la certezza a chi li utilizza di non trovare al loro interno nessun ingrediente di origine animale.

Come riconoscere i trucchi vegan?

A questo punto vi starete chiedendo come essere certi di acquistare dei trucchi vegan al 100%, senza dover ricorrere all’autoproduzione. La prima regola per un trucco vegan, che sia una cipria, un mascara o un eyeliner, è che al suo interno non ci siano assolutamente ingredienti di origine animale.

Per fare alcuni esempi di trucchi biologici e naturali o cruelty free contengono: miele, cera d’api, pappa reale, cocciniglia, lanolina, cheratina di origine animale, acido stearico di origine animale, propoli, glicerina animale, placenta, collagene animale, latte, uova, proteine della seta, lattosio ed elastina.

Se volete approfondire sugli ingredienti più comuni di derivazione animale nei cosmetici, ne ho parlato qui.

Tutti i componenti che vi abbiamo citato, come ben sapete, non possono essere utilizzati nei trucchi vegan, proprio perché tutti di origine animale. Quindi per avere la certezza che un cosmetico sia vegano, è bene controllare che non ci siano questi ingredienti, anche se in minima parte.

Le certificazioni per riconoscere i trucchi Vegan

Oltre a controllare gli ingredienti, per avere la certezza di acquistare un prodotto vegano, sono state create delle associazioni che certificano tutti i prodotti che rispettano gli standard vegani, compresi i cosmetici.

Tra le certificazioni che potete considerare sicure, esiste la Vegan con una V segnalata su un girasole. Questo marchio è registrato dalla Vegan Society, una società internazionale.

Un marchio italiano che controlla e rilascia delle certificazioni ai prodotti che si professano vegani è la Vegan OK. Il suo marchio è rappresentato semplicemente da una V, che viene poi utilizzata dall’azienda produttrice di cosmetici per confermare che il proprio trucco sia realmente vegano.

Oltre a poter riconoscere i trucchi vegan, è possibile anche trovare una lista dei cosmetici vegani al 100% delle varie società che controllano e certificano gli ingredienti dei prodotti. Al termine delle verifiche necessarie viene rilasciata loro la certificazione Vegan.

Naturalmente tutti i prodotti Vegan sono anche Cruelty free, e dovrebbero anche avere la certificazione Leaping Bunny. In questo modo si può avere la certezza sia che all’interno del cosmetico non ci sono ingredienti di origine animale, ma che non sono stati effettuati test degli ingredienti sugli animali.